Pubblicato in: Poetando

D’improvviso

D'improvviso sentire sulla schiena 
Le ali di cera sciogliersi,
Troppo vicine al sole.

D'improvviso cadere bambina
Lungo una corsa veloce
E guardarsi indietro perduta.

D'improvviso accorgersi ragazza
Abitata da specchi e finzioni
Senza riconoscersi.

D'improvviso rialzarsi ora,
Prendere pugni senza difendersi
E ridere di un'allegria scomposta.

D'improvviso essere una bambola rotta:
Come cuore una molla arrugginita,
Come ricordi il vago sapore della felicità.
Pubblicato in: Poetando

Sono qui

Luce e mattino fuori,

buio e notte dentro.

Manca il senso, la ragione si perde e

resta il cuore a ricordarmi che esisto.

Distese, e spazi continui e vuoti,

la ricerca affannosa

di un coraggio mai esistito, e la

paura lucida di

sopravvivere ai ricordi.

Respiro, mi abbraccio,

soffoco la mente,

indosso il sorriso migliore.

E mi muovo.