Pubblicato in: Pensieri sottoforma di post

Flusso di coscienza

Mi sorprendo a guardarlo, il cielo, a perdermi nei suoi colori e nei movimenti di ali che si aprono, si piegano, si tendono ancora. Osservo le luci accendersi dalle finestre e il sole tramontare annoiato, mentre qualche gatto si allontana chissà dove miagolando. I lampioni illuminano la strada, il fumo esce dalla bocca di alcuni passanti fermati a salutarsi. La luna si flette su se stessa, esile figura argentea di una sera che non accenna a rischiararsi.

Intanto preparo l’acqua per il , Continua a leggere “Flusso di coscienza”

Pubblicato in: Poetando

Melograno

Come in equilibrio

sopra un filo di lana,

goffe fragili foglie gialle

si aggrappano

ai rami infreddoliti

del melograno

esausto, ma fiero

al pensiero

di pomi che furon vermigli

coccolati e cresciuti,

ceduti o caduti.

Resta la notte, ora

madre pietosa,

a vestire di luce

i legni stanchi

che additano

il cielo.

N.d.A. In alto una foto scattata da me lo scorso settembre.

Pubblicato in: Poetando

Senza lavoro

Invisibili tracce 
di speranza
vagano negli occhi spenti
e tutti uguali di una massa
cieca e stanca e presente
alla ricerca della fatica,
dignità negata di alzarsi col sole
senza chiedersi quale futuro.
Possano quegli sguardi aprirsi e
mai più abbassarsi, possa il cielo avere
pietà di compromessi
e speranze infrante.