Pubblicato in: Poetando

D’improvviso

D'improvviso sentire sulla schiena 
Le ali di cera sciogliersi,
Troppo vicine al sole.

D'improvviso cadere bambina
Lungo una corsa veloce
E guardarsi indietro perduta.

D'improvviso accorgersi ragazza
Abitata da specchi e finzioni
Senza riconoscersi.

D'improvviso rialzarsi ora,
Prendere pugni senza difendersi
E ridere di un'allegria scomposta.

D'improvviso essere una bambola rotta:
Come cuore una molla arrugginita,
Come ricordi il vago sapore della felicità.
Pubblicato in: Pensieri sottoforma di post

Flusso di coscienza

Mi sorprendo a guardarlo, il cielo, a perdermi nei suoi colori e nei movimenti di ali che si aprono, si piegano, si tendono ancora. Osservo le luci accendersi dalle finestre e il sole tramontare annoiato, mentre qualche gatto si allontana chissà dove miagolando. I lampioni illuminano la strada, il fumo esce dalla bocca di alcuni passanti fermati a salutarsi. La luna si flette su se stessa, esile figura argentea di una sera che non accenna a rischiararsi.

Intanto preparo l’acqua per il , Continua a leggere “Flusso di coscienza”