Pubblicato in: Poetando

1999

Di un mese nevoso, quel giorno

ha mutato

in me l’essenza spensierata

degli anni passati.

Doloroso è stato pensare

alla possibilità concreta

di un umano fallire,

che in anticipo giungeva insensato:

come ritrovarsi a perdere al gioco

senz’aver nemmeno partecipato.

Una poesia dalla forte vena OTTIMISTA di qualche anno fa, ripescata casualmente in un cassetto.

La foto è un mio scatto, “Controluce”, del 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...